Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA)

Diagnosi e trattamento  dei DSA

DSA o meglio specificato come Disturbi Specifici di Apprendimento sono dei disturbi causate dall’alterazione biologica che altera le capacità che normalmente vengono acquisite da bambini nell’età scolare.

Conseguenza di ciò è la difficoltà nello svolgere in autonomia e con autosufficienza le attività di lettura, scrittura e calcolo.

Il DSA si presenta in soggetti con intelligenza nella norma o superiore, in bambini senza deficit neurologici, che non hanno disabilità o difficoltà particolari.

 

Lo psicologo infantile può verificare con esattezza se in alcuni bambini siano affetti da DSA solo alla fine della seconda elementare, anche se alcuni indici sono presenti anche in età prescolare rendendo possibile prevederne gli sviluppi futuri.

Se questi bambini non vengono aiutati nel modo corretto, si rischia di rendergli molto difficile e sgradita l’attività scolastica e compromettere quindi il rendimento scolastico.

 

I bambini e i ragazzi affetti da DSA non hanno diritto all’insegnante di sostegno, ma necessitano dell'assistenza di psicologi specializzati nella psicoterapia per bambini e di strumenti didattici e tecnologici di tipo compensativo (sintesi vocale, registratore, programmi di video-scrittura e con correttore ortografico, calcolatrice) e a misure dispensative perché possano essere valutati, come i loro compagni, ma con prove adatte alle loro difficoltà (Legge 170/10).

 

E' possibile fissare un appuntamento informativo con i Psicoterapeuti Ciotti e Stati per iniziare un percorso di psicoterapia per bambini.

I principali Disturbi  Specifici di  Apprendimento sono:

  • dislessia – è la difficoltà di scrivere e leggere in modo corretto e fluente. Le maggiori difficoltà sono nella comprensione del testo scritto, oppure nel commettere errori di inversione di lettere o numeri durante la lettura e/o la scrittura, scarsa concentrazione.

  • disgrafia – è la difficoltà a tradurre correttamente i fonemi (suoni che compongono le parole) in grafemi (in simboli grafici).

  • disortografia - è la difficoltà a riprodurre i segni (alfabetici e numerici)

 

  • discalculia – è un disturbo caratterizzato da ridotte capacità nell’acquisizione delle abilità numeriche e del calcolo. Le prestazioni aritmetiche di base (addizione, sottrazione, moltiplicazione e divisione) risultano significativamente al di sotto del livello atteso rispetto all’età cronologica, all’intelligenza generale e alla classe frequentata.
Share by: